Malamente vanno le cose… Campagna a sostegno della rivista

Amici e amiche, lettori e lettrici, compagni e compagne di Malamente la peggiore rivista marchigiana degli ultimi tempi vi chiede una mano

Un vecchio manifesto torinese suggeriva una via sempre valida per far fronte alla mancanza di denaro. Noi – per ora – ci limitiamo ad aprire una più prosaica campagna di sottoscrizione a favore della rivista. Chiaro che non indagheremo sulla provenienza dei vostri soldi 😉


Da cinque anni, ogni tre mesi, raccontiamo su carta il nostro territorio – e non solo – con articoli, interviste, approfondimenti, inchieste che hanno a cuore la libertà.

Non ci siamo mai preoccupati/e di tenere in ordine i conti, di sollecitare i rinnovi, di recuperare con fermezza i crediti sparsi qua e là. Né tantomeno vogliamo cominciare a farlo adesso. Anzi proseguiamo sorridendo sulla strada fallimentare di vendere la rivista a un prezzo che copre a malapena stampa e spedizione.

Purtroppo la situazione di lockdown e distanziamento fisico che stiamo vivendo ha impedito di organizzare alcune iniziative di finanziamento e sussistenza.

Malamente è una rivista autofinanziata e autogestita che, nella sua ostinazione a voler essere di carta e arrivare in lungo e in largo per l’Italia con la sua scapestrata distribuzione, ha dei costi fissi impossibili da abbattere che si aggirano intorno agli 800 euro per numero.

Sappiamo che per molti/e questo non è un periodo economicamente facile, ma anche un piccolo aiuto – per chi potrà – ci consentirà di andare avanti e continuare a raccontare come abbiamo fatto finora il bello e il brutto che ci circonda.

Per chi vuole leggerci, oltre alla carta, sul nostro sito è possibile scaricare tutti i numeri finora andati in stampa qui

La raccolta fondi è aperta su Produzioni dal basso: http://sostieni.link/25280

Per ringraziare chi potrà sostenerci, abbiamo pensato ad alcune stampe d’arte in collaborazione con Emma Bignami, amica e illustratrice marchigiana a cui diciamo grazie per la bella illustrazione donata (la trovate in fondo a questa pagina). Le stampe saranno spedite al vostro indirizzo alla chiusura della campagna, dopo il 21 giugno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.